È il vero protagonista della sposa 2014, e da sempre è considerato un tessuto romantico, adatto per impreziosire qualsiasi abito. Ma quanti tipi di pizzo esistono?

Occorre subito distinguere tra i tipi di pizzo fatti a mano, molto più pregiati, e quelli realizzati con particolari macchinari. In questo secondo caso, il tessuto sarà meno prezioso, ma sempre d’effetto.

Le tecniche per ottenere i diversi tipi di pizzo sono principalmente tre:

    • A tombolo: rientrano in questa categoria tutti i tipi di pizzo realizzati con i fuselli, tra cui il tombolo aquilano, il pizzo di Cantù e il pizzo Chantilly.
    • Con l’ago: sono i tipi di pizzo realizzati con aghi e uncinetti. In questa categoria rientrano i classici pizzi che realizzavano le nostre nonne. Essendo tessuti a mano sono molto preziosi, soprattutto se vengono usati dei fili pregiati.
    • A macchina: questi tipi di pizzo si differenziano in base al tipo di telaio utilizzato per la realizzazione. L’aspetto è più grossolano rispetto ai tipi di pizzo realizzati a mano o a tombolo.

     

          Un semplice ricamo in pizzo può

    rendere speciale ogni abito da sposa

          o velo, donando a chi lo indossa l’

    aspetto di una vera principessa

        .

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    cancella il moduloPost comment