L’atelier Miryam Pieralisi vince il premio “Alta Moda Sposa”

Sabato 14 maggio 2011, l’On. Alessandro Vannini, Presidente della Commissione Turismo e Moda del Comune di Roma Capitale, ha consegnato il Premio “Alta Moda Sposa” alla Maison “Miryam Pieralisi” per i prestigiosi risultati ottenuti nei suoi 50 anni di attività.

Il premio è stato ritirato da Laura Pieralisi, stilista affermata sulle passerelle dell’Alta Moda, che da diversi anni segue la tradizione familiare.

Alla premiazione sono intervenuti: Gianni Alemanno, Sindaco di Roma; l’On. Davide Bordoni, Ass. alle Attività Economiche e Produttive del Comune di Roma; il Sen. Stefano De Lillo, Senatore della Repubblica; l’On. Francesco Saponaro, Presidente Commissione piccola e media impresa e Artigianato della Regione Lazio.

Un pò di storia

Negli anni della dolce vita, Teodolinda Pieralisi apriva a Roma una sartoria specializzata in abiti da sera; la professionalità e la sartorialità di Teodolinda sono state riprese dalla figlia Miryam che, negli anni, ha spostato il cuore dell’attività e della creatività verso la realizzazione di abiti da sposa su misura.

L’abito da sposa infatti e’ per Miryam Pieralisi l’incontro tra la sua ricerca sartoriale in tutti gli ambiti, culturali e non, e le aspettative della futura sposa, che legge nel matrimonio il momento della sua massima espressione.

Laura Pieralisi ha saputo unire la grande tradizione familiare con la modernità, creando vestiti da sposa adatti a una vasta platea: presso l’Atelier Miryam Pieralisi, infatti, tutte le spose possono trovare un abito di alto livello creato appositamente per loro, ritagliato e perfettamente cucito sulle loro aspettative emotive e sulle loro esigenze economiche individuali, che certamente non sono da sottovalutare in una fase economica delicata come quella attuale.

L’equazione della Maison Pieralisi, ieri come oggi, è offrire un prodotto di alta classe che confermi la serietà e la professionalità e che al tempo stesso rispecchi l’artigianato, l’alta moda e il Made in Italy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment