Tanto country ed altrettanto chic: cosi’, graffiante ed al tempo stesso elegante,  puo’ essere il matrimonio delle coppie che amano ambientazioni en plein air, o per lo meno in location immerse nel verde e nella natura, magari un casolare sperduto fra gli ettari di  un’immensa campagna.

Il matrimonio country-chic e’ il luogo geometrico fra stile, semplicita’ ed eleganza. Abiti sobri, esagerazione al bando, niente paillettes o tacchi a spillo 12. Ricevimento in antiche tenute di campagna, su di un prato o protetti da un pergolato, in un clima dai sapori autentici e con musica “garbata” di sottofondo.

Il must del matrimonio che non superi i cinquanta invitati (per gli altri rinfresco a precedere) e’ un unico tavolo lungo con tantissime sedie (possibilmente di legno), delimitato da una siepe o dai muri di una cascina. Candelieri, fiori, cristalli, piacevoli colori, addobbi disseminati e quasi ridondanti sulla tavola che incanta pur se vestita di un semplice runner (corsia). I segnaposto adagiati sul piatto – sopra il tovagliolo – i ricordi per gli invitati appena sopra.

La sposa che ama le ambientazioni agresti intona, di solito, il rito nuziale delle proprie nozze in una chiesetta di campagna. Semplice ma curato l’allestimento della chiesa: coroncine di margherite o girasoli alle panche e piccola composizione di richiamo all’altare. In inverno, tavoli rotondi in fiandra, dai colori naturali, intorno a un camino a legna, dal tepore scoppiettante. Luci soffuse e composizioni centrotavola ispirate alle nuance dell’inverno e della neve: bacche bianche, biancospino e camelie. In estate, sull’aia e sotto il portico, varie isole a buffet e tavoli all’ombra di qualche pianta secolare.

Composizioni floreali di gipsofila, ranuncoli e peonie, oppure foglie di bouganville, oleandro o fico d’India. Bicchieri e boccali d’ispirazione vintage. Rifulge il bouquet della sposa, fatto di rattan e lavanda (fiore dal colore viola) o menta ed altre erbe aromatiche e selvatiche. Per le bomboniere lavanda e ancora lavanda che fa molto country chic, in ogni forma, dalla marmellata alle saponette, dalle fialette di miele ai barattoli di confettura, al marron glacé.

Completano il quadro cuscini e balle di fieno sparsi ovunque per le zone relax (non devono mai mancare per i super pigri!). Lo scorso anno lo stile e’ stato scelto per le nozze di Domitilla Cordero di Montezemolo con il marito Giacomo. Location la collina toscana, toni prevalenti il bianco ed il verde.

C’e’ da fidarsi: il matrimonio country e’ proprio chic!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment